Young Voices

Studenti delle scuole medie superiori, giovani usciti dai circuiti scolastici, giovani migranti, insomma un gruppo quanto mai vario e con esperienze diverse, ma tutti riuniti assieme in Young Voices, un progetto portato avanti da un gruppo di associazioni e da Flash Giovani del comune di Bologna.
L’obiettivo del progetto era quello di sensibilizzare i/le giovani a relazioni di genere paritetiche e alla prevenzione della violenza, tramite diversi strumenti comunicativi quali web radio, giornalismo, video, l’approccio al dialogo interculturale garantito anche dalla presenza di volontari internazionali. E al termine di questo percorso i ragazzi hanno vissuto un’esperienza di scambio culturale in Germania.

Comunicare fa bene comune

Andare in giro per la città e chiedere ai passanti cosa ne pensano dei luoghi comuni che si riferiscono al genere; chi deve riordinare la casa, chi guida l’auto, chi lavora in casa… queste sono alcune delle domande che i ragazzi hanno rivolto e questo video ci mostra le risposte.

Un’inchiesta foto-giornalistica sui rapporti tra generi

Usare le tecniche giornalistiche per parlare di differenza di genere tra ragazzi. Per poter fare questo i partecipanti si sono cimentati in vari esercizi che li hanno visti produrre un servizio giornalistico.

In un secondo momento i corsisti hanno usato la tecnica dell’intervista per parlare di differenza di genere, ovvero che cosa vuol dire essere ragazzo e ragazza in termini di libertà ma anche di gestione del conflitto.

Infine in un laboratorio fotografico hanno sviluppato gli stessi temi usando però le immagini che hanno realizzato loro stessi.

Solo una prova di forza?
Sei d’accordo oppure no?

E se lo dicessimo in radio?

La radio è un media intramontabile e sempre efficace come dimostra il prodotto delle trasmissioni cui i ragazzi hanno partecipato.

La differenza culturale

Non sono solo i media che ci permettono di comunicare, anche il rapporto diretto con la gente nei vari luoghi della città sono importanti: ecco allora 150 questionari che riguardano la differenza di genere somministrati in vari angoli della città, come testimoniano le foto di sotto. In questo caso il questionario si è dimostrato uno strumento di sensibilizzazione molto utile.

Il viaggio in Germania

Infine, dopo tutto questo lavoro, un viaggio per uno scambio culturale a Witten nel Lander tedesco della Renania Settentrionale-Vestfalia. 30 giovani da 12 paesi diversi hanno passato 10 giorni insieme. In programma ci sono stati laboratori, formazione, escursioni nei dintorni, la presentazione del progetto Young Voices alla cittadinanza e anche un incontro con la sindaca di Witten.

Credits
Tutto questo è stato possibile grazie alle associazioni Dry-Art, The Bottom Up, Bandiera Gialla, AIESEC, migration_miteinander, Associazione Interculturale Universo, Associazione Mosaico di Solidarietà in coprogettazione con Flash Giovani del Comune di Bologna e il contributo di Regione Emilia-Romagna (Assessorato Cultura, Politiche Giovani e Politiche per la Legalità).